Notizie di danza in Italia e all’estero, per danzatori, insegnanti e appassionati

Category archive

Storia della danza

“Frammenti-Omaggio a Pina Bausch” con le immagini di Ninni Romeo

Como el musguito en la piedra, ay si si…Teatro Municipal di Santiago del Cile, 2009
Tanztheater Wuppertal Pina Bausch foto Ninni Romeo

ROMA -Giovedì 14 marzo, alle ore 19, viene inaugurata a Roma la mostra “Frammenti – Omaggio a Pina Bausch”, un collage di fotografie realizzate da Ninni Romeo. L’esposizione, visitabile fine all’11 maggio, voluta dalla Daniele Cipriani Arte, è sostenuta da Tina Vannini, ed ospitata presso il ristorante vegetariano Il Margutta Veggy Food & Art, in via Margutta 118

Keep Reading

Dopo Pina Bausch, a Wuppertal il nuovo corso di Adolphe Binder

Fernando Suelz Foto @UrsulaKaufmann

Da maggio 2017, con la nomina alla direzione artistica di Adolphe Binder, il Tanztheater Wuppertal Pina Bausch sembra aver trovato finalmente la persona giusta per un ritorno da protagonista della compagnia sulla scena internazionale, dopo l’increscioso avvicendamento di tre direttori (Dominique Mercy, Robert Sturm, Lutz Förster), succedutisi a ruota dopo la scomparsa della Bausch.
Keep Reading

Carlos Acosta nominato direttore del Birmingham Royal Ballet

Il Birmingham Royal Ballet ha annunciato che Carlos Acosta è stato nominato nuovo direttore della compagnia. Occuperà l’incarico nel gennaio 2020.

Keep Reading

addio a Elisabetta Terabust

Addio a Elisabetta Terabust

È comune, e profondamente sentito, nel mondo della danza, lo sgomento per la notizia della scomparsa di Elisabetta Terabust, artista insegne e rigorosissima, persona dalle straordinarie doti di umanità, deceduta il 5 febbraio 2018, nella sua casa romana.

Keep Reading

Storia della danza – Breve biografia di Marius Petipa

Marius Petipa (Marsiglia, 1818 – Gurzuf, Crimea, 1910), già primo ballerino, poi coreografo e Premier Maître de ballet dei Teatri Imperiali a San Pietroburgo (1869-1899), è stato il padre padrone del balletto classico nella seconda metà dell’800. Ed è ancora lui, oggi, il santo protettore della abbondanza di titoli, vezzi, vizzi e virtù che ne costituiscono l’ossatura portante, un patrimonio tanto abusato e/o tesaurizzato quanto, in alcuni casi, non esattamente considerato e sottolineato da produzioni, compagnie e coreografi di poca virtù, fino ad essere parodiato. Keep Reading

Torna in CIMA