home DANCE NEWS

NOTIZIE  danza online


 _________________________________________________________________
Si è conclusa a Vicenza “SGUARDI”, la festa/vetrina del teatro e danza contemporanei del Veneto. La rassegna ha confermato aspettative e vitalità della scena creata in regione.


Per sottolineare con esattezza la diversità dei linguaggi performativi visti nei cinque spazi teatrali della città, il ventaglio delle proposte si è aperto con “Made in Italy. I soliti ignoti”, della compagnia veneziana Točnadanza, nel quale Michela Barasciutti ha firmato un caleidoscopio di vizzi e virtù del popolo italico. D'altro canto ha conservato il fascino illusionistico che è all’origine delle molte cifre di Cristiano Fagioli il “Mosaico” da lui creato per RBR, mentre l’omaggio ad Alda Merini di Khorakhané Danza ha testimoniato, nella coreografia di Luciano Firi, la dolorosa presenza della parola della poetessa milanese in “Musa dei navigli”.
Era virata al fantastico e al surreale “Naveneva. Tante mila storie sopra i mari”, della compagnia Naturalis Labor, qui danzato e creato da Silvia Bertoncelli, Chiara Guglielmi e Paolo Ottoboni. Dimensioni fiabesche di altro genere, per i più piccoli, si ritrovavano nella semplice ed estrosa versione de la “Bella addormentata” di Rosso Teatro/Atelier Teatro Danza, per due soli interpreti, mentre era iscritta in un percorso di più alta e raffinata professionalità “Presto Lento Presto”, firmato da Claudio Ronda per la compagnia “Fabula Saltica”, e Laura Corradi ha tentato la carta di una poetica ironia in “Camping Paradise”, per Ersilia Danza.
Nella sezione “Colpo d’occhio”, si sono intrecciati i percorsi in divenire di autori, giovani e non, che hanno utilizzato luoghi diversi dallo spazio teatrale, nello specifico la superba Basilica Palladiana. Qui il giovane Alessandro Bevilacqua si è cimentato in un solo, "Mirrors", al quale gioverà tempo per maturare, mentre Francesca Raineri, del Collettivo Jennifer rosa, con “Annette”, e Giuliana Urciuoli in “EVO”, hanno dimostrato l’esatto contrario nella propria statura e sapienza d’interprete, e la compagnia TREpieds, con Thierry Parmentier, Laura Chemello e Valentina Motteran, ha affrontato in “Vizi in virtù” il tema del sogno e dell’abbandono ad una sensualità affidata soprattutto al ricordo.
Ideato da Associazione PPTV (Produttori Professionali Teatrali Veneti), SGUARDI da questa sesta edizione è realizzato con A.R.CODanza (Associazione Regionale delle Compagnie di Danza), e la collaborazione organizzativa di Theama Teatro e l’Ensemble Vicenza Teatro.
_________________________________________________________________

 altre notizie        segnala il tuo evento: redazione@dancenews.it